Sei sicuro che l’altro è interessato a quello che dici?

Tante persone sono intelligenti e preparate sui contenuti, ma si perdono in un bicchiere d’acqua quando entra in gioco l’intelligenza emotiva! 

L’intelligenza emotiva è la capacità di comprendere le emozioni, proprie ed altrui, ed imparare a controllarle in modo da poter scegliere cosa si dice e cosa si fa, al fine di raggiungere il risultato desiderato.

Come afferma D. Goleman:

La chiave per comprendere i sentimenti altrui sta nella capacità di leggere i messaggi che viaggiano sui canali di comunicazione non verbale: tono, gesti, espressione del volto e altro.

Per essere intelligente emotivamente ed efficace dal punto di vista comunicativo, devi assolutamente saper leggere il linguaggio del corpo delle persone con cui interagisci. La comunicazione non verbale è molto più veloce e veritiera delle parole e ti dà una serie di preziosi segnali per farti capire cosa pensa l’altro di te, cosa dire, cosa non dire, quando fermarti e quando cambiare direzione.

Esistono persone che parlano in modo logorroico, senza tenere in alcuna considerazione le reazioni degli altri. La loro intenzione è positiva perché sono convinte di dire cose interessanti e di essere ascoltate, ignorando totalmente i chiari segnali di disinteresse che ricevono! 

Se continui ad ignorare la comunicazione non verbale, ecco cosa accade:

Presenti il progetto della tua vita, entusiasta come non mai, per poi sentirti dire, solo alla fine della presentazione: “Non ci interessa, grazie lo stesso”.

Fai di tutto per concludere una vendita e solo alla fine capisci che l’altro era completamente disinteressato al tuo prodotto/servizio.

Cerchi di approcciare ad una donna e, dopo aver sfoderato tutta la tua arte dialettica, ti arriva un bel 2 di picche!

Cerchi di spiegare ad una persona una tua idea e dopo mezz’ora di conversazione ti accorgi che non ti ha minimamente seguito.

Ecco che allora arriva quel senso di frustrazione che ti fa pensare: “Ma come, non mi ha ascoltato proprio?!”, “Cosa ho sbagliato?”

Hai commesso l’errore di non leggere subito i suoi segnali del corpo! Quando scopri come funziona il linguaggio del corpo, puoi evitare tante figuracce e fermarti molto prima di ricevere un 2 di picche o una porta chiusa in faccia, per mancanza totale di interesse rispetto a quello che dici.

Nel master in Comunicazione non verbale dedichiamo bene 3 intere giornate allo studio del linguaggio del corpo, alla capacità di osservare, al comportamento spaziale, al comportamento gestuale di testa, braccia, gambe, piedi, ai segnali di gradimento, rifiuto, stress e coerenza, agli indicatori di menzogna e alle micro-espressioni facciali.

Anche se ancora non conosci questo affascinante mondo, non vogliamo lasciarti a bocca asciutta! Ti sveliamo i primi segnali di gradimento e di rifiuto che devi assolutamente conoscere per capire subito se l’altro è realmente interessato a ciò che dici! 

È interessato a quello che dici, se ti invia questi segnali:

Mantiene il contatto oculare (ti guarda negli occhi)

Annuisce con la testa a quello che dici

Tende ad avvicinarsi a te 

Si passa leggermente la lingua sulle labbra

Ti sorride sinceramente

Se, invece, noti che:

Incrocia improvvisamente le braccia

Tende ad andare indietro con il corpo

Guarda altrove

La direzione del suo piede è verso l’uscita

Si  sfrega spesso gli occhi o il naso

Serra le labbra e/o la mandibola

Fermati! È scocciato e disinteressato a quello che dici! A questo punto, le cose che ti restano da fare sono due: capirlo, salutarlo e lasciarlo finalmente libero, oppure cambiare argomento e fare a lui qualche domanda per capire a cosa è realmente interessato.

Per evitare di commettere imbarazzanti errori e diventare un abile comunicatore, partecipa al nostro corso introduttivo: Migliora subito la tua CNV!

Ti alleniamo al successo!