Come fai a sapere se sai comunicare bene? PNL e comunicazione

Che tu sia un commerciale, un manager, un insegnante, un allenatore, un genitore, un professionista nel tuo settore, c’è un’abilità che è alla base dei tuoi successi: la comunicazione efficace.

La capacità di influenzare positivamente gli altri e motivare le altre persone e di far percepire in modo efficace il tuo punto di vista, rappresentano le chiavi del successo in quasi ogni campo della vita (professionale e personale). 

Cosa significa, realmente, comunicare?

Tante persone continuano ancora a sottovalutare l’abilità comunicativa perché credono che comunicare significhi semplicemente parlare. Non è così. Parlare è un’attività che facciamo di default e che ci è stata donata al momento della nascita. Comunicare è tutt’altra cosa. Significa:

Essere consapevoli dell’obiettivo comunicativo
Allinearsi all’interlocutore 
Raggiungere il risultato comunicativo 

1. Essere consapevoli dell’obiettivo comunicativo. Non so se ne sei consapevole, ma ci sono diversi obiettivi nella comunicazione! Possono essere: trasmettere informazioni; conoscersi; trascorrere del tempo piacevole; persuadere; accrescere l’intimità; vendere; far accettare un’idea; divertirsi etc.

Quindi, se non sei prima consapevole di ciò che vuoi raggiungere parlando, non puoi renderti conto se sei riuscito a portare a casa l’obiettivo oppure no! Come si suol dire, non hai un criterio di misurazione. Se volevi convincere qualcuno e, dopo averci parlato, non l’hai convinto, non hai raggiunto il tuo obiettivo comunicativo. Se volevi trascorrere semplicemente del tempo piacevole con amici e, invece, sono scattati litigi, non hai raggiunto l’obiettivo. Se volevi trasmettere informazioni e l’altra persona non ti ha capito, non hai raggiunto l’obiettivo.

2. Allinearsi all’interlocutore. Dopo aver preso consapevolezza del tuo obiettivo comunicativo, la seconda cosa che devi assolutamente imparare per essere efficace nella comunicazione è allinearti al tuo interlocutore. 

Leggi tutto “Come fai a sapere se sai comunicare bene? PNL e comunicazione”

Corso: Migliora subito le tue relazioni

Che ci troviamo a casa o al lavoro, con amici, con i colleghi, con la famiglia o con perfetti sconosciuti, le relazioni sono la chiave per una vita di successo e di soddisfazioni.

Puoi raggiungere gli obiettivi più ambiziosi della tua vita, ma se non hai persone con cui condividere le tue gioie e i tuoi successi, la tua vita perde il suo valore. Inoltre, in ambito professionale, difficilmente riuscirai ad incrementare il tuo business, se non sei in grado di comunicare con i tuoi colleghi, di creare un team affiatato e collaborativo, di negoziare e di vendere il tuo punto di vista.

Quando, invece, migliorano le tue relazioni lavorative, i tuoi obiettivi si concretizzano con molta più facilità, il tuo fatturato aumenta e il tuo livello di soddisfazione cresce, generando effetti positivi anche nella tua vita personale, in un circolo virtuoso che si autoalimenta!

Data l’importanza delle relazioni e il profondo impatto che esse hanno su tutti gli altri aspetti della vita, abbiamo deciso di creare una giornata formativa full immersion interamente dedicata alle relazioni!

In questo corso imparerai a:

Costruire un ponte di comunicazione con gli altri.
Allinearti al mondo interiore del tuo interlocutore.
Sviluppare empatia e abilità d’osservazione.
Potenziare l’abilità di negoziazione.
Costruire relazioni significative, passando dall’io al noi.

Come? Esercitandoti concretamente in aula sulle strategie che sappiamo essere più efficaci nel migliorare da subito le relazioni.

1. In primis, lavoreremo gli aspetti principali della comunicazione, vedendo insieme cosa funziona e cosa invece bisogna assolutamente evitare.

Leggi tutto “Corso: Migliora subito le tue relazioni”

Linguaggio non verbale e indizi di bugie

Nel precedente post sugli aspetti generali del linguaggio della menzogna,abbiamo chiarito un concetto molto importante della comunicazione non verbale, e cioè che non esistono segnali di menzogna precisi. Quello che possiamo osservare nel linguaggio del corpo degli altri sono, eventualmente, gli indizi di bugie. 

L’ulteriore difficoltà, anche per chi sa leggere il linguaggio del corpo, è che qualsiasi comportamento non verbale può essere un indizio di bugia. Non a caso leggere il linguaggio del corpo è decisamente più semplice che riconosce la menzogna. 

Dallo studio scientifico del linguaggio del corpo sappiamo che certi gesti, movimenti e postura rivelano un preciso stato d’animo che va dall’ansia all’impulso alla fuga, dal fastidio alla collera, dal piacere all’interesse. Segnali di fastidio, ansia e piacere possono indicare tutti e tre che c’è un inganno in corso.

I segnali di fastidio:
Grattarsi il naso, togliersi un immaginario pelo di dosso o sfregarsi l’angolo interno degli occhi, potrebbero simboleggiare l’atto di liberarsi dal senso di colpa… oppure no!

I segnali d’ansia: 
Deglutire, orientare un piede verso una potenziale via di fuga o tenere sollevate le spalle, sono potenziali segnali d’ansia che devono sì mettere in allarme, ma anche qui nulla garantisce che siamo di fronte a un bugiardo.

Leggi tutto “Linguaggio non verbale e indizi di bugie”

Sai quali filtri si nascondono nella tua mente?

La verità oggettiva non esiste.

Non può esistere perché ogni persona si crea una rappresentazione soggettiva del mondo in cui vive, attraverso i 5 sensi e i principali filtri che si nascondono nella sua mente.

In questo post, scoprirai 3 filtri che spieghiamo approfonditamente nei corsi di PNL, in cui si fa anche tanta pratica! 

Generalizzazione: è il procedimento con il quale uno o pochi elementi finiscono per rappresentare tutta la tua realtà.

Scopri, ad esempio, di essere stato tradito e generalizzi che tutti gli uomini/donne sono dei traditori. Ti è bastata un sola sola brutta esperienza con una persona, per etichettare negativamente un’intera categoria.

Cancellazione: è il procedimento con cui elimini parti/elementi della tua esperienza. Ad esempio, quando racconti una serata eliminando gran parte dei dettagli.

Allora, com’è andata la festa di ieri?

Bene. 

Distorsione: è il meccanismo attraverso il quale apporti cambiamenti all’esperienza sensoriale. Può essere di vari tipi:

Lettura del pensiero: quando pretendi di entrare nella mente dell’altra persona, interpretando i suoi pensieri. Ad esempio:

Già so cosa stai pensando!

Equivalenza complessa: quando colleghi due elementi che, nella realtà, non sono legati tra loro. Ad esempio: 

Se non mi guardi vuol dire che non mi ascolti!

Causa-effetto: quando da A fai scaturire B, senza che ci sia un reale collegamento. Ad esempio: 

Non mi ha risposto al telefono, quindi è arrabbiato con me!

Leggi tutto “Sai quali filtri si nascondono nella tua mente?”

Sei sicuro che l’altro è interessato a quello che dici?

Tante persone sono intelligenti e preparate sui contenuti, ma si perdono in un bicchiere d’acqua quando entra in gioco l’intelligenza emotiva! 

L’intelligenza emotiva è la capacità di comprendere le emozioni, proprie ed altrui, ed imparare a controllarle in modo da poter scegliere cosa si dice e cosa si fa, al fine di raggiungere il risultato desiderato.

Come afferma D. Goleman:

La chiave per comprendere i sentimenti altrui sta nella capacità di leggere i messaggi che viaggiano sui canali di comunicazione non verbale: tono, gesti, espressione del volto e altro.

Per essere intelligente emotivamente ed efficace dal punto di vista comunicativo, devi assolutamente saper leggere il linguaggio del corpo delle persone con cui interagisci. La comunicazione non verbale è molto più veloce e veritiera delle parole e ti dà una serie di preziosi segnali per farti capire cosa pensa l’altro di te, cosa dire, cosa non dire, quando fermarti e quando cambiare direzione.

Esistono persone che parlano in modo logorroico, senza tenere in alcuna considerazione le reazioni degli altri. La loro intenzione è positiva perché sono convinte di dire cose interessanti e di essere ascoltate, ignorando totalmente i chiari segnali di disinteresse che ricevono! 

Se continui ad ignorare la comunicazione non verbale, ecco cosa accade:

Leggi tutto “Sei sicuro che l’altro è interessato a quello che dici?”

5 passi per superare la paura di parlare in pubblico

Il solo pensiero di parlare il pubblico mi terrorizza! :/
Vorrei tanto fare quella presentazione, ma non riesco a stare tranquillo e la paura mi immobilizza.
Gli altri mi giudicheranno, andrà male, non lo posso fare.

Quante occasioni perse per la paura! Quante presentazioni e progetti bloccati, quanta potenzialità sprecata.

Tantissime persone hanno grandi progetti, desiderano presentare le proprie idee ad un pubblico, costruire relazioni, farsi conoscere, ottenere prestigio e potere, ma non riescono a concretizzare questi progetti per la paura di parlare in pubblico!

Se hai paura di parlare in pubblico, tranquillo, non sei il solo. Dalle ricerche è emerso che che la paura di parlare in pubblico è addirittura superiore a quella della morte! Non male, eh? ?

In effetti, come dice il filosofo Epicuro:

La morte non è nulla per noi, perché quando ci siamo noi, non c’è la morte e quando c’è la morte noi non siamo più.

Al contrario, quando c’è la paura di parlare in pubblico, tu ci sei eccome! 

Qual è la causa principale della paura di parlare in pubblico?

Leggi tutto “5 passi per superare la paura di parlare in pubblico”

Il linguaggio della menzogna, aspetti generali

Quando abbiamo studiato il linguaggio del corpo e le microespressioni facciali abbiamo fatto una scoperta sconcertante: non esistono segnali di menzogna!

E sì, purtroppo è così! Il naso di Pinocchio non esiste! Ovvero, non esiste nessun segnale così netto che possa sgamare un comportamento menzognero. Questo è uno dei primi concetti che spieghiamo nel nostro master in comunicazione non verbale. Quello che la ricerca scientifica ha evidenziato, insieme all’esperienza pratica di agenti speciali molto abili negli interrogatori, è che esistono molti INDIZI di menzogna, come: alcuni segnali non verbali, espressioni e microespressioni facciali. Nessuno di questi, però, preso singolarmente può dirci con certezza che ci troviamo davanti a una bugia.

Ed è quello che insegniamo: “Mai prendere per buono un unico segnale, ma una volta che un segnale ci indica qualcosa bisogna andare a cercarne altri che ci possano confermare quell’intuizione!”

Detto questo, ne consegue che individuare le bugie è un compito molto complesso, richiede non solo la conoscenza dei segnali che individuano un’incongruenza, tra quello che si dice con le parole rispetto al linguaggio non verbale e paraverbale, ma anche la conoscenza del comportamento usuale e la personalità di chi abbiamo di fronte.

Mentire richiede diverse attività o se vuoi “abilità”, come: pensare e raccontare la dinamica degli eventi, la sequenza temporale e quella spaziale della bugia; e chiaramente la soppressione e la dissimulazione delle emozioni, tipicamente senso di colpa e paura, e dello stress derivante il dire bugie.

Leggi tutto “Il linguaggio della menzogna, aspetti generali”

Come superare la paura di comunicare in pubblico

Anche tu fai parte di quelle persone che hanno paura di parlare in pubblico?

Lo sai che sei in buona compagnia? Sì, perché la paura di comunicare in pubblico, è una delle paure più diffuse.

Piuttosto che chiederci il perché di tutto questo, oggi ci concentreremo su cosa fare per superarla ed essere sicuri ed efficaci davanti al pubblico.

Chissà quante volte ti sei trovato a parlare di fronte ad una platea di persone, ad affrontare un colloquio di lavoro o più semplicemente a presentare il tuo progetto o la tua opinione durante una riunione e non sei riuscito a farlo come volevi.

Una situazione molto spiacevole… le mani iniziano a sudare, la gola si secca, il cuore batte sempre più forte, la mente si annebbia e le parole fanno fatica ad uscire dalla bocca!

Bruttissimo, vero?

E magari, ti viene voglia di scappare via per evitare queste spiacevoli sensazioni.

Alla base della paura di parlare in pubblico c’è quello che fai con la tua mente.

E questo, lo verifichiamo continuamente, ogni volta che teniamo corsi di public speaking.

Vediamo persone che hanno paura di parlare in pubblico e che stanno male ancor prima di iniziare a farlo. Questo perché la paura la generano dentro di sé, in base a come pensano in merito a quest’evento.

Infatti, quando chiediamo cosa immaginano nella loro mente, solitamente le risposte che abbiamo sono di questo tipo: “Mi immagino impacciato e insicuro.”, “Sono lì davanti alle persone e non mi vengono le parole.”, “Immagino che il pubblico si annoia e va via.”, ecc…

Queste sono tutte scene mentali che metterebbero paura a chiunque, non solo a te!

Quindi, la paura è una vera e propria attività, con azioni specifiche che portano a un risultato specifico, la paura, appunto.

Ricordati:

“La paura non è qualcosa che hai, ma qualcosa che fai.”

Leggi tutto “Come superare la paura di comunicare in pubblico”

Come comunicare efficacemente con la PNL

Saper comunicare efficacemente è sicuramente uno dei requisiti indispensabili delle persone di successo!

Capire gli altri e farsi capire è fondamentale in qualsiasi campo, il non saper comunicare è purtroppo il maggior indicatore di insuccesso!

Facciamo qualche esempio nelle due aree più importanti per gli esseri umani dell’era moderna, ovvero: relazioni e lavoro!

La qualità delle relazioni, nel senso più ampio del termine e quindi quelle amorose, amicali e familiari, è strettamente legata al modo in cui sai comunicare e interpretare i messaggi verbali, para-verbali e non verbali delle persone con cui vieni a contatto quotidianamente.   

Quante volte ti è capitato di dire o fare qualcosa che ritenevi innocua e di ricevere una reazione inaspettata e, secondo il tuo punto di vista, esagerata?

Siamo sicuri che ti sia capitato diverse volte!

Per capire e subito risolvere questo quotidiano problema di comunicazione con le persone a te care ti citiamo e spieghiamo uno dei presupposti della Programmazione Neuro-Linguistica che insegniamo nel corso ufficiale internazionale PNL Practitioner, ovvero:

IL SIGNIFICATO DELLA TUA COMUNICAZIONE È DATO DALLA RISPOSTA CHE OTTIENI

Partiamo dal fatto che il messaggio che intendiamo comunicare non è sempre quello che la controparte riceve! Le cose che a NOI possono sembrare accettabili, secondo la nostra mappa, potrebbero non esserlo per gli altri! 

Leggi tutto “Come comunicare efficacemente con la PNL”

Non sai ancora comunicare, questo è il problema!

…noi vorremmo sapere… per andare dove dobbiamo andare… per dove dobbiamo andare? Sa, è una semplice informazione! (Totò[rivolto al vigile]

Siamo sicuri che tu a un vigile formulerai una domanda migliore, eppure non ci crederai come il saper comunicare è qualcosa che molti danno per scontato, ed è tutt’altro che così, con il risultato di creare spesso contrasti e incomprensioni nella vita personale e in quella professionale. 

Relazioni amorose, affari, amicizie, vendite, carisma personale e successo sono tutti contesti fondamentali per gli esseri umani moderni e tutti dipendono dalla bravura nel saper comunicare!

Ogni giorno, in aula nei nostri corsi, quando chiediamo gli obiettivi dei partecipanti, ci raccontano le loro storie di insuccesso comunicativo. C’è chi non va d’accordo col proprio partner, chi è un pessimo venditore, chi ha difficoltà nell’avere amicizie e chi non si sente mai all’altezza della situazione, personale o professionale che sia. Nel giro di poche ore, il tempo di spiegargli i presupposti della Programmazione Neuro-Linguistica inerenti la comunicazione,e i loro visi cambiano espressione. Iniziano a capire che non sono degli sfigati, ma che hanno “solo” avuto seri problemi di comunicazione! 

Il fallimento di una relazione è quasi sempre un fallimento di comunicazione. (Z. Bauman)

Leggi tutto “Non sai ancora comunicare, questo è il problema!”